Affitti in crisi: la ricetta per ripartire

di Redazione Commenta

La ricetta per rilanciare il mercato degli affitti italiani è nella mente di Corrado Sforza Fogliani. Il presidente di Confedilizia ha infatti lanciato un appello al governo degli italiani affinchè metta a punto un’agenda per la crescita che contenga anche dei provvedimenti significativi che non trascurino il problema dell’immobiliare. “L’autunno non ci può cogliere impreparati, la caduta delle compravendite e dei mutui va considerata con grande attenzione per i conseguenti effetti sociali” – ha dichiarato Sforza Fogliani.

Come riportato pochi giorni fa da Il Giornale, che ha ripreso le parole del numero 1 di Confedilizia, Sforza Fogliani ricorda come “il governo spagnolo ha già preso provvedimenti, noi dobbiamo farlo al più presto. La via è quella del rilancio dell’affitto”, con necessità di applicare “misure di liberalizzazione, che Monti le invocava già 15 anni or sono e misure di natura straordinaria, come benefici fiscali accordati ai proprietari, per facilitare il riutilizzo dell’enorme massa di immobili bisognosi di lavori di riattamento che, una volta recuperati, potrebbero essere destinati all’affitto a canoni calmierati. Sono misure, le prime, che non costano nulla e, le seconde, che si autofinanziano. Ma non c’è tempo da perdere” (qui lo speciale su affittare casa agli stranieri).

Ancora, secondo quanto affermato dal presidente di Confedilizia, come riportato da Il Giornale, in Italia vi sarebbero “tra i 700 e gli 800mila immobili sfitti perché inabitabili: ipotizzando che 500mila vengano riattati, l’importo dei lavori si aggirerebbe complessivamente intorno ai 7,5 miliardi di euro, su cui lo Stato incasserebbe tra l’altro l’Iva”.

Infine, il presidente di Confedilizia ha ricordato quanto sia necessario procedere alla modifica dell’attuale legge sulle locazioni ad uso differente, che oggi prevede l’obbligo di affidatare per 12 o 18 anni le strutture ricettive. “Un’ingessatura che spinge a imporre canoni più alti di quanto consentirebbe una contrattazione più libera: risultato, aumentano gli immobili sfitti” – conclude Sforza Fogliani.

Problemi di locazione? Ecco come mandare via l’inquilino moroso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>