Casa e arredamento: gli acquisti si fanno in saldo

di mister6339 Commenta

In questo momento in Lombardia è tempo di saldi. I consumatori e le famiglie residenti nella Regione sono tra i più attivi su scala nazionale negli acquisti durante il periodo delle vendite scontate; non si compreranno però solamente capi di abbigliamento, ma anche complementi d’arredo e mobili per la casa. A rilevarlo è stata la Camera di Commercio di Monza e Brianza nel sottolineare, di conseguenza, come in questo periodo anche la “casa vada in saldo”, e come le famiglie siano a caccia di buone occasioni per la propria abitazione presso gli outlet ed i negozi.

In particolare, l’Ente camerale stima che i lombardi, tra mobili e complementi d’arredo, in questo periodo andranno a spendere quasi 300 milioni di euro; il tutto a fronte di quasi 64 mila imprese che realizzano sul territorio lombardo prodotti di design; queste aziende, che corrispondono al 20,7% del totale di imprese di design per la casa presenti in Italia, sono maggiormente concentrate, per un buon 50%, a Milano, Como e Monza e Brianza.

Non a caso, sul totale dei 300 milioni di euro che si spenderanno, 150 milioni di euro saranno spesi in “saldi” per mobili e divani solo tra Milano e Monza e Brianza. Secondo quanto dichiarato dal Presidente della Camera di commercio di Monza e Brianza, Carlo Edoardo Valli, in questo periodo dell’anno i saldi rappresentano un’opportunità al fine di poter dare slancio ai consumi ed all’economia, con la conseguenza che sono importanti anche per un settore come quello del legno-arredo e del design che sul territorio tra l’altro individua una delle nostre eccellenze riconosciute anche a livello internazionale.

In Lombardia, infatti, sono tante le imprese del comparto, comprese anche tantissime imprese artigiane, che spiccano in quanto ad operosità ed a capacità di innovazione. A livello territoriale, a Milano ci sono oltre 16 mila imprese del settore; a Brescia oltre diecimila, quasi 6.500 a Monza e Brianza, oltre 7 mila a Bergamo e, in accordo con l’elaborazione della Camera di Commercio, quasi 5.200 a Como.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>