Deduzione IRPEF del 20% se la casa comprata è affittata

di Alba D'Alberto Commenta

Deduzione IRPEF del 20% sul prezzo degli appartamenti acquistati (o ristrutturati o costruiti ex novo) per metterli a reddito attraverso la locazione. Questa nuova norma risale allo scorso settembre e finora se n’era parlato pochissimo. Ecco le novità. 

Per ottenere l’agevolazione gli immobili devono essere acquistati da una persona fisica e non da un esercente di attività commerciali e deve essere completato tutto entro il 31 dicembre 2017. In più si sa che le unità immobiliari, nel dettaglio, dovevano trovarsi nello stato di “invenduto” alla data del 12 novembre 2014, oltre che essere state dichiarate agibili da apposita certificazione comunale. Il 20% di deduzione si calcolerà sulla parte del prezzo non oltre i 300mila euro (IVA inclusa) – (per una deduzione massima di 60.000 euro) – oppure sugli interessi passivi dei mutui contratti per l’acquisto di queste unità immobiliari.

Spiega Immobiliare.it

La deduzione – non cumulabile con altre agevolazioni fiscali previste per la stessa spesa – verrà scontata in otto anni, con quote dello stesso importo (quindi, al massimo 7.500 euro l’anno), partendo dal periodo d’imposta in cui si stipula il primo contratto di locazione. Nel caso si tratti, ovviamente, di un acquisto in comproprietà la deduzione sarà proporzionale a quanto investito dai singoli soggetti coinvolti.

Questo stesso incentivo si applica anche alle case per cui – sempre alla data del 12 novembre 2014 – sia stata rilasciata l’abilitazione alla costruzione oppure siano stati avviati tutti gli adempimenti per l’edificazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>