Furti nelle case in aumento, Bologna è la città peggiore

di Alba D'Alberto Commenta

Ci sono città in cui i ladri hanno vita facile, ovvero tentano con sempre più insistenza di penetrare nelle case per svaligiarle. In questa classifica per nulla invidiabile, la prima posizione spetta a Bologna. Ecco gli altri gradini del podio e il resto della classifica. 

Se qualcuno vi chiedesse che mese è quello di agosto, non si farebbe fatica a rispondere: il mese delle ferie. A meno che non siate balneatori o lavoratori stagionali, queste sono le settimane in cui potete starvene in ferie. Il problema è che chi resta a casa si potrà godere le sue quattro mura in assoluto relax ma chi parte avrà un peso legato alla possibilità di trovare una sorpresa al ritorno, ovvero la casa svaligiata.

assicurazione-mutuo-casa-banca-popolare-bergamo

Un’indagine condotta da Confabitare spiega infatti che i furti in appartamento stanno aumentando notevolmente e, nel primo semestre 2016, sono molti i capoluoghi presi in esame in cui l’incremento è stato superiore o prossimo al 30%. Il primato come abbiamo già anticipato, spetta a Bologna che ha subito un aumento delle effrazioni e dei furti in appartamento pari al 32,3 per cento rispetto all’anno scorso. Al secondo posto c’è Milano cui spetta l’incremento del 31%. La prima città capace di essere al di sotto della soglia psicologica del 30% è Torino che ha visto crescere i furti in appartamento fino al 28,2 per cento, seguita da Roma (+27,3%) che precede Firenze, Venezia, Genova e Cagliari, dove gli aumenti sono stati, rispettivamente del 24,8%, 22,5%, 22% e 19,5%.

Tutte queste indicazioni spiegano che in Italia, in tutto lo Stivale, si registra un furto ogni due minuti. Come ci si difende da questa situazione? Sicuramente occorre affidarsi alla tecnologia per tenere sotto controllo l’appartamento ma anche avere dei rapporti di buon vicinato non guasta. Se poi avete sottoscritto anche un’assicurazione, allora siete in una botte di ferro.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>