Il condominio può diventare una SPA?

di Alba D'Alberto 1

L’associazione che opera nel settore del benessere, Spafinder, ha infatti messo in luce il nuovo fenomeno dei condomini wellness. Si tratta di veri e propri palazzi o quartieri costruiti secondo i dettami della bio architettura.

Hanno contribuito a questa situazione sia l’evoluzione di internet, sia anche il bisogno ritrovato delle persone di tornare alle cose genuine, alla natura, ai rapporti di buon vicinato. I condomini si sono dotati negli ultimi anni di reti comuni e vogliono conservare ed alimentare il loro lato social.

Sono nate per questo delle vere e proprie comunità di abitanti che tra loro condividono tutto, dalla tata alla donna delle pulizie, una condivisione che potrebbe quasi apparire estrema ma si lega alla proliferazione del wireless e al costante rifiuto dei messaggi pubblicitari tradizionali che sono diventati eccessivi fino ad essere “troppi”. C’è chi definisce questo movimento un ritorno allo spirito hippies anni Settanta, rivisitato in base al fatto che anche le città e le costruzioni si sono evolute.

L’associazione Spafinder ha parlato del fenomeno condomini wellness, raccontanti così da Immobiliare.it:

Si tratta di veri e propri palazzi o quartieri costruiti secondo i dettami della bio architettura. Per esempio, s pochi chilometri  da Euro Disney, a Parigi, nascerà l’anno prossimo una cittadella interamente progettata per il benessere di chi la abita: dagli appartamenti, ai giardini pensili, alla laguna geotermica…tutto ruota intorno al bisogno dell’uomo di staccare la spina dalla vita frenetica e inquinata e godersi il ritorno alla natura, per lo meno a casa propria.

Un tempo era importante progettare edifici che avessero una bella estetica, in modo da renderli più attrattivi e vendere prima le unità abitative; oggi la tendenza è quella di non badare all’aspetto ma alla sostanza. Un appartamento con impianto di deumidificazione, di purificazione dell’acqua e dell’aria vale molto di più di uno che è solo esteticamente attraente. Ma gli architetti studiano soluzioni per unire le due sfere del nuovo abitare: grandi finestre per un maggiore ingresso di luce naturale, pavimenti decorati con pietre che massaggiano le piante dei piedi (nelle case wellness non si ammettono le scarpe), docce emozionali e aromaterapia in tutte le stanze. Queste sono le ultime tendenze e, al contrario di quanto si pensi, non si tratta di lussi che solo le case milionarie possono permettersi, ma di esigenze che si stanno già riflettendo sulle nuove costruzioni residenziali alla portata di tutti.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>