In crescita i prestiti per ristrutturazione e arredamento nel 2013

di Redazione Commenta

Secondo una recente analisi compiuta dagli esperti dell’Osservatorio Prestiti di PrestitiOnline, nel corso del 2013 sono andate progressivamente aumentando le richieste di prestiti per effettuare ristrutturazioni edilizie sugli immobili e per far fronte a spese relative all’arrendamento. 

Nuovo bonus ristrutturazioni e acquisto mobili

Al giorno d’oggi, infatti, i prestiti per ristrutturazioni rappresentano il 20,89% del totale, mentre quelli per arredamento il 25,68%. Nonostante la perdurante crisi del credito che sta attraversando il sistema bancario, il cosiddetto credit crunch, che riduce il numero delle erogazioni dei finanziamenti su base nazionale, i prestiti nel settore casa restano ancora molto alti.

Ecobonus efficienza energetica al 65%

Anzi, i prestiti più gettonati sono quelli che hanno una durata massima di 48 mesi, cioè 4 anni, che hanno decisamente superato, nel giro di 3 soli anni, dal 2010 al 2013, i più tradizionali prestiti in 120 mesi. Gli italiani, infatti, sembrano oggi preferire forme di credito a scadenza più ravvicinata.

Le ragioni di questo fenomeno sono certo da individuare, per quanto riguarda l’incremento dei prestiti a fine ristrutturazione e arredamento nella concessione delle agevolazioni fiscali governative per chi effettua questo tipo di lavori o acquista mobili, agevolazioni che prevedono la possibilità di beneficiare, per tutto il 2013, di una detrazione Irpef pari al 50% dell’importo.

A partire dallo scorso giugno, le detrazioni Irpef sono state estese anche all’acquisto di elettrodomestici e a quello di mobili. E’ questo quindi un ottimo momento per chi intende rinnovare la propria abitazione sotto tanti punti di vista – infrastrutturale o energetico o estetico. Nuove misure di questo tipo saranno rinnovate anche nel corso del 2014 secondo le anticipazioni che provengono dalla Legge di Stabilità finanziaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>