Investimenti immobili energie rinnovabili

di Redazione Commenta

Gli investimenti in immobili possono essere “risvegliati” dal comparto delle energie rinnovabili. A sostenere questo atteggiamento crescente da parte dei fondi specializzati è un report della Banca d’Italia, secondo cui “da maggio 2011 non approviamo più i regolamenti dei fondi riservati e speculativi, come sono tutti quelli dedicati alle energie rinnovabili. Ma a quanto ci risulta quelli immobiliari operativi con queste caratteristiche a oggi sono in tutto sei, e tutti di Sgr diverse, divenuti operativi dal 2009 in poi. A cui se ne aggiungono circa una decina in fase di lancio, che interessano sei o sette Sgr”.

Ad occuparsi di questa imponente virata nel comparto energetico – immobiliare è stato un recente articolo comparso su Casa 24, il magazine specializzato de Il Sole 24 Ore, che riporta come “tra le Sgr attratte dalle rinnovabili ci sono Prisma, Castello, Finint-Alternative Investment ed EstCapital. Quest’ultima è stata una delle prime, nel dicembre 2009, a lanciare un fondo immobiliare di diritto italiano specializzato ed oggi è pronta a rafforzare la sua presenza in questo segmento di mercato. Un mese fa il fondo RealEnergy ha annunciato l’acquisizione di quattro nuovi impianti fotovoltaici e la riapertura delle sottoscrizioni finalizzate a nuovi investimenti” (qui il nostro approfondimento sul ruolo delle rinnovabili nella ripresa del mercato immobiliare).

Ad ogni modo, la strada verso gli investimenti in materia non è stata certamente delle più agevoli, visto e considerato che numerosi incidenti di percorso stanno condizionando il comparto, come il cambiamento delle norme di incentivo e altre determinanti in grado di pregiudicare la stabilità e il buon esito degli investimenti.

In più, si aggiunga quanto sta accadendo sul fronte creditizio, con i rischi di un sempre più severo credit crunch che hanno di fatto ridotto le opportunità di poter avere un facile accesso alle fonti di finanziamento bancarie, riducendo in tal modo i progetti da sviluppare. Nonostante tutto, il segmento dovrebbe essere produttore di gradite sorprese anche nel corso dei prossimi anni, con crescenti opportunità di business.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>