Locazione con opzione di acquisto

di Redazione Commenta

Oggi e nei successivi 3 giorni effettueremo una serie di approfondimenti sul mondo dell’affitto con riscatto, una particolare forma mista di locazione e compravendita, in grado di attrarre un crescente numero di operatori interessati alle opportunità concesse da questo contratto giuridico. Ma attenzione! Sotto l’etichetta di “affitto con riscatto” si celano almeno 4 forme interpretative radicalmente diverse: vediamo oggi cosa si intende per “locazione con opzione di acquisto”.

Iniziamo con il ricordare che la locazione con opzione di acquisto è la formula più semplice di affitto con riscatto. Il potenziale acquirente stipula infatti un contratto di affitto dove è prevista anche la opzione non obbligatoria di acquisto dell’immobile locato.

Nel contratto viene stabilita una scadenza (in maniera molto flessibile, anche se di norma si oscilla tra i 2 e i 4 anni), entro cui l’acquirente può optare per l’acquisto ad un prezzo che è stato bloccato in sede originaria. Durante questo periodo, tuttavia, il potenziale acquirente paga un canone di locazione maggiorato in modo personalizzato (ma, di solito, si assume come riferimento un surplus del 20 per cento del canone standard).

Nell’ipotesi in cui l’acquirente potenziale decida di comprare, la maggiorazione versata sugli affitti – insieme a una quota aggiuntiva che potrebbe arrivare anche alla totalità del versat, se secondo gli accordi l’acquisto avviene entro termini temporali stabiliti – andrà ad essere scomputata dal prezzo indicato e bloccato nel contratto di affitto con riscatto. Se invece il potenziale acquirente decide di non acquistare, il contratto di locazione prosegue come un normale rapporto di affitto: in questo caso, tuttavia, la maggiorazione versata nei canoni viene persa (vedi anche questo nostro ulteriore approfondimento sull’affitto con riscatto).

Domani andremo ad affrontare nel dettaglio la seconda forma tecnica di affitto con riscatto, denominata locazione con preliminare di vendita, mentre dopo domani e nel nostro ultimo appuntamento, scopriremo nel dettaglio la formula con acconto e la buy to rent.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>