Prezzi case, rimangono inviariati i livelli del Regno Unito

di Roberto Commenta

Secondo quanto afferma una recentissima ricerca condotta congiuntamente dalla Acadametrics Ltd e dalla LSL Property Services Plc, i prezzi delle proprietà immobiliari ad uso abitativo del Regno Unito avrebbero subito un andamento pressochè stabile nel corso del mese di novembre, rispetto al mese precedente, grazie a un incremento del numero delle transazioni di settore, che avrebbe consentito ai valori commerciali di resistere dinanzi le forti pressioni al ribasso dei prezzi di mercato.

Stando alla ricerca, infatti, il prezzo medio di un’abitazione in Inghilterra e in Galles sarebbe oggi pari a 220.043 sterline (circa 343.800 dollari), con un incremento del numero delle transazioni pari a 4,5 punti percentuali rispetto al mese di ottobre. I valori commerciali medi delle abitazioni dell’area territoriale oggetto dell’analisi e del monitoraggio da parte di Acadametrics Ltd e LSL Property Service Plc, sarebbero invece inferiori di 0,7 punti percentuali a quelli rilevati nello stesso periodo dello scorso anno.

Ancora, su base mensile sarebbero state cinque (su dieci) le macro regioni che hanno evidenziato un incremento dei prezzi, trascinate ancora una volta dalla performance dell’area metropolitana di Londra, dove i valori commerciali delle proprietà immobiliari ad uso abitativo sono cresciute di 0,6 punti percentuali su base mensile. Complessivamente, nessuna variazione nell’area sud orientale, mentre il resto del Regno Unito avrebbe subito cali più o meno significativi nel trend dei valori di mercato delle abitazioni.

Il numero delle transazioni nel mese di novembre è stato stimato intorno alle 60.600 unità, contro le 49.383 unità del mese precedente. Maggiore incertezza per quanto riguarda il futuro: molto dipenderà dall’accentuarsi (o meno) della crisi dell’eurozona, e dal conseguente afflusso o deflusso di domanda di settore, proveniente dai territori stranieri e dall’interno, che potranno influenzare il volume complessivo di richiesta e, di conseguenza, generare pressioni positive o negative nel corso dei valori commerciali di riferimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>