Immobiliare Hong Kong, non si escludono cambiamenti di rotta

di Roberto Commenta

Secondo quanto riferiscono voci governative, le autorità di Hong Kong potrebbero presto rivedere la propria strategia sul mercato immobiliare, se i prezzi delle case dovessero continuare a diminuire, e se la crisi del credito europeo dovesse ulteriormente peggiorare, inducendo l’intera economia mondiale verso una nuova fase di rallentamento, che dovrebbe comportare, in maniera plausibile, un effetto sostanziamente pregiudizievole all’interno del comparto real estate del territorio asiatico in questione.

Secondo quanto afferma il segretario alle Finanze, John Tsang, i prezzi delle proprietà immobiliare stanno “lentamente diminuendo”: se continueranno a farlo, sottolinea poi il portavoce del governo di Hong Kong, le autorità potrebbero intervenire cercando di diminuire il trend intrapreso, e auspicando in tal modo una stabilità dei valori commerciali, che potrebbero conferire una maggiore serenità all’interno comparto immobiliare e, in particolar modo, agli investimenti che vengono effettuati nel settore abitativo e commerciale.

Nel corso del mese di novembre, d’altronde, i prezzi delle proprietà immobiliari sono calati ai minimi degli ultimi sei mesi, con una significativa contrazione delle transazioni che potrebbe essere la determinante sottostante i timori di un peggioramento delle condizioni economico finanziarie internazionali. Il governo, lo scorso anno, impose tasse addizionali sulle operazioni immobiliari al fine di scoraggiare le operazioni “semplici”, incrementando altresì i requisiti per l’ottenimento di un mutuo.

Dal 2009, infatti, i prezzi delle case erano cresciuti di ben 70 punti percentuali, spinti nel loro apprezzamento da tassi di interesse sui mutui mai così bassi, e dall’influenza positiva di migliaia di acquirenti cinesi, interessati a porre in essere operazioni sul mattone di Hong Kong. Il trend potrebbe tuttavia cambiare a breve, con le autorità che potrebbero allentare le morse del controllo sul settore, cercando di incentivare nuovamente il corso delle transazioni su questo che è uno dei settori trainanti dell’economia del territorio locale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>