Valore immobili pubblici

di Roberto Commenta

Quanto vale il patrimonio pubblico immobiliare italiano? La risposta ci è fornita dal direttore generale dell’Agenzia del Demanio, Stefano Scalera, secondo cui il patrimonio complessivo » di beni di tutte le altre amministrazioni centrali e locali, dallo stato ai comuni, ammonta ad almeno 350 miliardi di euro. Una cifra che appare altresì essere in difetto, visto e considerato che al monitoraggio avrebbe risposto solamente il 53 per cento delle amministrazioni. Di questo imponente stock, l’Agenzia del Demanio gestisce 46.420 beni per un valore che ammonta a circa 55,6 miliardi di euro.

Ancora, secondo i dati forniti dal direttore dell’Agenzia del Demanio su tutto il patrimonio pubblico sommando 340 miliardi di euro dei fabbricati censiti a 30 miliardi dei terreni censiti si arriva a una stima di 370 miliardi di euro. Non è inoltre possibile che – stando al basso tasso di risposta delle amministrazioni, l’importo del 100% delle amministrazioni dia il doppio poiché il «tasso di risposta» per le grandi città sale al 75%, rendendo quindi i dati ottenuti più significativi di quanto il semplice dato di adesione complessiva  possa far ritenere (vedi anche dismissione immobili pubblici pausa di riflessione).

I dati comunicati sono relativi a più di 530 mila unità immobiliari, per una superficie complessiva di oltre 222 milioni di metri quadrati. L’80% delle unità immobiliari oggetto di comunicazione è detenuto da  amministrazioni locali. Con riferimento alla destinazione d’uso, il 70% della superficie è utilizzato per lo svolgimento di attività istituzionali e il 47% delle unità immobiliari è destinato all’uso residenziale, in gran parte detenuto da comuni, enti previdenziali e Iacp.

Per quanto infine concerne i censimenti dei terreni, le entità sarebbero quasi 760 mila, per una superficie corrispondente pari a oltre 1,3 milioni di ettari. I beni strumentali rappresentano infine l’80% del valore complessivo e i beni non strumentali che completano il restante 20%.

Qui il nostro approfondimento sulle considerazioni Assoedilizia sulla cessione degli immobili pubblici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>