Detrazione 55% a società immobiliare

di Roberto Commenta

L’Associazione italiana dei dottori commercialisti (Aidc) ha richiesto omogeneità nel riconoscere le detrazioni fiscali del 55% agli interventi di riqualificazione energetica secondo il principio che chi sostiene le spese avrebbe diritto al bonus. Pertanto, anche le società immobiliari di gestione, al momento escluse dall’agevolazione, dovrebbero poter beneficiare del bonus, senza alcun tipo di discriminazione. Ma perchè questo passo in avanti dovrebbe essere così importante. E cosa prevede oggi la normativa?

L’attuale normativa in vigore

Secondo quanto prevede Edilportale, “come si legge nella norma 184, in base alla Finanziaria 2007 e al DM 19 febbraio 2007, la detrazione del 55% spetta a chi sostiene la spesa per l’intervento, qualunque sia la categoria catastale dell’unità immobiliare interessata, la tipologia del contribuente, che può essere una persona fisica o una persona giuridica, e il tipo di attività svolta. L’Aidc ne deduce quindi che dovrebbero avere accesso al bonus fiscale anche i titolari di reddito d’impresa”.

La norma non prevederebbe alcuna eccezione apparente, né riferita alle tipologie di unità immobiliari, né riferita alla titolarità dei redditi di impresa.

La posizione del Fisco

Eppure c’è chi non la pensa come l’Aidc, associazione che – prosegue Edilportale – “mette in luce la posizione dell’Agenzia delle Entrate, che con la risoluzione 340/E/2008 sostiene che l’agevolazione non spetterebbe per i lavori eseguiti da un titolare di reddito d’impresa su unità immobiliari adibite a locazione, escludendo di fatto le società immobiliari di gestione che eseguono i lavori su unità immobiliari non utilizzate direttamente”.

Pertanto, secondo il Fisco, il bonus andrebbe riconosciuto unicamente agli utilizzatori degli immobili su cui vengono effettuati gli interventi.

L’Aidc contesta pertanto l’atteggiamento del Fisco, che fa un’eccezione per i proprietari imprenditori che svolgono attività di locazione immobiliare. La differenza di trattamento, a loro avviso, costituirebbe una certa discriminazione per alcune categorie di proprietari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>